Il progetto C.O.N.T.A.C.T. promuove la denuncia dei discorsi e dei crimini d’odio

C.O.N.T.A.C.T. (Creating an Online Network, monitoring Team and phone App to Counter hate crime Tactics) è un progetto finanziato dalla Commissione Europea e capeggiato dall’Università di Cipro, che ha l’obiettivo di promuovere gli atti di denuncia e di monitorare  i cosiddetti discorsi d’odio online e i crimini d’odio. L’obiettivo finale è dunque quello di sostenere la lotta ai fenomeni criminosi di matrice razziale, etnico-religiosa, di orientamento sessuale e di genere che sono alla base di questi crimini.

Ricerche condotte dall’UE dimostrano infatti che:

  • Il crimine d’odio spesso non viene considerato un vero reato
  • Questo comporta una significativa mancanza di denunce dei discorsi basati sull’odio e dei crimini d’odio
  • Questi fenomeni sono, specialmente online, in crescita in molti paesi
  • Gruppi di estrema destra e partiti politici che utilizzano come slogan l’odio verso determinati gruppi di persone stanno purtroppo prendendo piede in tutta Europa.

Il progetto C.O.N.T.A.C.T. coinvolge diverse Università e ONG di 10 paesi dell’U.E. (Cipro, Danimarca, Grecia, Italia, Lituania, Malta, Polonia, Romania, Spagna e Regno Unito) e procederà a condurre una ricerca sullo stato delle leggi in  materia di crimini d’odio in ogni paese partecipante, alla creazione di una piattaforma web e di una app per la segnalazione  e la registrazione di casi di discriminazione basata sull’odio, e provvederà a sviluppare attività educative e formative rivolte ai giovani, ai professionisti nel campo dei media,  alle autorità pubbliche e alle forze dell’ordine per aumentare la consapevolezza di questo fenomeno e prevenirne la diffusione.

 

CONTACTLogo_EU_Funding

 

La definizione di cosa costituisce un crimine d’odio varia da paese a paese. La legislazione dell’Unione Europea in materia di odio etnico-razziale e religioso è contenuta all’interno della Decisione Quadro del Consiglio 2008/913/GAI sulla lotta contro talune forme ed espressioni di razzismo e xenofobia mediante il diritto penale. Questo atto obbliga gli stati membri UE a punire condotte intenzionali che:

  • Incitano pubblicamente alla violenza o all’odio verso un gruppo di individui sulla base della razza, colore della pelle, religione, discendenza oorigini etniche o nazionali;
  • Commissionano le suddette azioni attraverso la disseminazione e la distribuzione pubblica di opuscoli, immagini o altro materiale.

Inoltre l’atto afferma che per crimini diversi da quelli menzionati sopra, gli stati membri devono prendere le misure necessarie per assicurare che la motivazione razziale e xenofobica sia considerata una circostanza aggravante o che venga presa a carico dai tribunali quando determinano le pene per le infrazioni.

Un altro documento fondamentale riguardo la legislazione europea in materia di odio etnico-razziale e di omofobia è la Risoluzione del Parlamento Europeo del 14 marzo 2013 (2013/2543(RSP) sul rafforzamento della lotta contro il razzismo, la xenofobia e i reati generati dall’odio, in cui si sottolinea il crescere di fenomeni di crimini d’odio e si chiede agli stati membri di adottare o incrementare le misure atte a tutelare i cittadini da fenomeni di odio etnico-razziale, religioso o di orientamento sessuale.

Le legislazioni nazionali di alcuni stati membri vanno oltre questi standard UE nel garantire una protezione maggiore alle vittime di crimini d’odio, mentre al contrario in altri paesi UE non vi sono sufficienti leggi a tutela dei cittadini da crimini basati sull’odio etnico-religioso o di orientamento sessuale.

Solo denunciando i crimini e i discorsi d’odio alle forze dell’ordine e diffondendo consapevolezza di cosa siano i crimini d’odio come fa il progetto C.O.N.T.A.C.T. si può affrontare il problema e si può agire contro i suoi responsabili.

List of Partners:

Cyprus: University of Cyprus; Aequitas

Denmark: Syddansk Universitet /University of Southern Denmark

Spain: Asociacion Llere

Italy: Cesfor

Romania: Qvorum – Asociaţia Institutul pentru Democraţie Participativă Euro Qvorum

Poland: Uniwersytet Łódzki / University of Lodz

Malta: the People for Change Foundation;  University of Malta

Lithuania: Europos humanitarinis universitetas / European Humanities University

Greece: Hellenic League for Human Rights

United Kingdom: UKREN

CONTACT

Meeting di Toledo – 30 maggio 2016

CONTACT

Meeting di Toledo – 30 maggio 2016

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...